La Fabbrica di Pensieri e Sogni all’Istituto Svizzero

a304fde72899a5b9f0cab9440346d796.jpgFabbrica di Pensieri e Sogni
60 anni arte & scienza all’Istituto Svizzero di Roma
Venerdì 4 Luglio 2008 – dalle ore 19:00 alle ore 24:00

Concerti, letture poetiche, mostre, installazioni, conversazioni scientifiche, interventi di argomento storico e storico-artistico, proiezioni di film, venerdì 4 luglio 2008 dalle 19.00 alle 24.00, in una serata aperta a tutti per festeggiare i 60 anni di attività dell’Istituto Svizzero di Roma.
Protagonisti della serata, i membri artistici e scientifici che in questi 60 anni hanno arricchito della loro presenza e del loro lavoro l’Istituto Svizzero di Roma. Trenta eventi animeranno la suggestiva cornice dell’Istituto: la Villa con il suo Giardino, la Torre e gli atelier degli artisti.


Ospite d’eccezione sarà Dacia Maraini, nipote dell’architetto costruttore della Villa che racconterà storie della sua famiglia e delle sue radici svizzere, accompagnando l’intervento con letture di sue poesie, mentre sulla benefattrice della Villa, la contessa Carolina Maraini Sommaruga, parlerà Carlo Sommaruga, membro del Consiglio di Fondazione dell’ISR e suo nipote.


Moltissimi gli interventi che contribuiranno a fare di questa serata una festa memorabile:

– nell’ambito della musica l’Eos Guitar Quartet, unico quartetto di chitarre europeo a partecipare regolarmente ai festival più importanti in Europa e Sud America, l’Ensemble Alea Musica, composto da musicisti provenienti dalla Schola Cantorum Basiliensis, e i Cantimbanchi, allieteranno la serata con musica jazz, classica e folcloristica.

– nell’ambito della letteratura, interverranno accanto a Dacia Maraini anche Paul Nizon, che leggerà alcuni brani del suo romanzo Canto, pubblicato nel 1963 e Sylviane Dupuis con Nicoletta Zabini.

– nell’ambito scientifico gli interventi dell’archeologa Annalisa Leibundgut-Maye, degli storici dell’arte e dell’architettura Werner Oechslin e Michael P. Fritz ruoteranno intorno alla storia del territorio e di Villa Maraini.
– Molte le mostre: Fabbrica ISR dei  Membri 1948-2007, con presentazioni, ricordi, oggetti e parole dei membri succedutisi all’ISR nei 60 anni della sua esistenza; AmoreromA di Bohdan Stehlik & Una Szeemann, una video-installazione che sarà proiettata a Villa Maraini quale integrazione visuale di Roma nell’ISR; (untitled), installazioni e azioni sul territorio dell’ISR dei borsisti di quest’anno Daniel Brefin, Eugène, Luzia Hürzeler, Petra Elena Köhle & Nicolas Vermot Petit-Outhenin, con la partecipazione di Ronny Hardliz e Alain Jenzer; Rome, par Paul Collart di Patrick Michel , una selezione di fotografie scattate da Paul Collart, direttore dell’ISR dal 1961 al 1970,  archeologo e fotografo, che ha attraversato negli anni Trenta la capitale italiana e i suoi monumenti sempre munito della sua macchina fotografica.


Suggestive le installazioni in occasione del Festival Eternal Tour (3-13 luglio, Roma), festival di sperimentazione allo stesso tempo scientifica e artistica curato da Donatella Bernardi: La colonne en voyage di Beat Lippert, che sarà installata nel giardino dell’ISR, e poi successivamente portata in bicicletta fino a Nettuno per il festival Rifrazioni; Migratour di Andy Storchenegger, sulla tematica degli stranieri in Italia ed anche in Svizzera, sarà presentato in una baracca di legno come quelle dove vivono solitamente gli zingari.


La serata terminerà con il fisico e astronomo Maurizio Falanga, che, scrutando il cielo dalla Torre dell’ISR, racconterà la storia dell’astronomia della nostra Galassia dalle più antiche idee fino alla visione più attuale.


Info: Elena Catuogno. 06 420 42 209 – elena.catuogno@istitutosvizzero.it  oppure
Kaspar Howald 06 420 42 202 – kaspar.howald@istitutosvizzero.it
www.istitutosvizzero.it
Telefono (+39) 06.32652596
E-mail: ufficiostampa@novellamirri.it

Istituto Svizzero di Roma
Via Ludovisi, 48 
00187 – Roma
tel.  06 42042 1 fax 06 42042 420
roma@istitutosvizzero.it 

La Fabbrica di Pensieri e Sogni all’Istituto Svizzeroultima modifica: 2008-06-24T09:00:00+02:00da liviabi
Reposta per primo quest’articolo