Le campane di Edgar Allan Poe

137aeb24cf5490594ee8c9d73d44ff6c.jpg

Le campane. The Bells (1849) di Edgar Allan Poe (1809-1849)

Dalla seconda stanza del poema.

Traduzione a cura di Claudio D’Antoni 

 

 

Le tenere campane nuziali 

Senti le tenere campane nuziali-
auree compane!
Quale mondo felice predice la loro armonia!
come martellano il loro diletto!-
Attraverso la balsamica aria della notte
dalle note d’oro fuso
tutto in perfetta intonazione
quale liquido ritornello fluisce
e arriva fino alla tortora che ascolta
e ha l’occhio fisso alla luna!
Oh, dalle celle risuonanti
qual fiotto d’eufonia voluminosamente sgorga!
Come si dilata,
come s’espande!
sul futuro!- come esprime
l’eccitato incanto che muove
al dondolio e a quel lieto trillare
delle campane, campane, campane!-
delle campane, campane, campane, campane.
Campane, campane, campane-
a quel rimare e scampanare delle campane.

 

II The mellow wedding bells

Hear the mellow wedding bells,
Golden bells!
What a world of happiness their harmony foretells!
Through the balmy air of the night
How they ring out their delight!
From the molten-golden notes,
And all in tune,
What a liquid ditty floats
To the turtle-dove that listens while she gloats
On the moon!
Oh, from out the sounding cells,
What a gush of euphony voluminously wells!
How it swells!
How it dwells
On the Future! how it tells
Of the rapture that impels
To the swinging and the ringing
Of the bells, bells, bells,
Of the bells, bells, bells,bells,
Bells, bells, bells
To the rhyming and the chiming of the bells!

 

Traduzione tratta dal libro di Claudio D’Antoni Rachmaninov. Personalità e poetica, Bardi, Roma, 2003, p.337. 

Claudio D’Antoni è musicologo, ricercatore, pianista ed è stato docente di pianoforte per parecchi anni presso il Conservatorio di Bari. Ha scritto questa opera omnia su Rachmaninoff aggiungendo un profondo appendice a Poe e la musica, con riferimenti accurati alle opere di Poe, stagliando un quadro di quanto lo scrittore sia stato guidato dalla musica nella composizione delle sue opere, e rilevando come Poe fosse dotato di un orecchio assoluto.  

Sergei Rachmaninoff ha scritto The Bells nel 1913, desumendo il testo molto liberamernte tradotto dal poeta russo Konstantin Balmont. Si riferì all’Opera 35 per molti anni come Terza Sinfonia ed in effetti è strutturata proprio come una sinfonia ma corale, ancora più strettamente adatta ad esprimere il poema dello scrittore che più ha affascinato Rachmaninoff. 

 

Dipinto di Edmund Du Lac, The Bells (1912) 

Le campane di Edgar Allan Poeultima modifica: 2008-05-04T12:10:00+02:00da liviabi
Reposta per primo quest’articolo