Raymonda di Glazunov all’Opera

de5d9afda753b43f3705028eecff6245.jpg

Teatro dell’Opera di Roma

Da martedì 11 marzo Raymonda

Musica di Glazunov – coreografie di Petipa e Gai
Orchestra del Teatro dell’Opera

Direttore Roberto Tolomelli

Svetlana Lunkina, Oksana Kucheruk e Laura Comi
con il Corpo di Ballo diretto da Carla Fracci

Un castello della Provenza, una fanciulla fidanzata a un cavaliere che sta tornando dalle Crociate, lo spettro di un’antenata, un principe saraceno, un matrimonio avvolto dai sortilegi, una sfida d’amore e di morte. Attorno a queste figure e queste emozioni ruota Raymonda, balletto in tre atti, in scena da domani martedì 11 marzo alle ore 20.30 fino a giovedì 20, con l’Orchestra e il Corpo di Ballo dell’Opera. Il capolavoro del compositore russo Aleksandr Konstantinovič Glazunov (allievo di Rimskij-Korsakov) si ispira a una leggenda ambientata nel pieno del Medioevo e si avvale della storica coreografia di Marius Petipa incluso il celebre passo a due del III atto (con cui debuttò al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo nel 1898) e di quella moderna che Loris Gai portò all’Opera capitolina nella stagione 1981-82, interpretata da Carla Fracci, Gheorghe Iancu e James Urbain. È proprio la Fracci a firmare con Gillian Whittingham il nuovo allestimento, sotto l’esperta regia di Beppe Menegatti. D’autore anche le scene e i costumi per l’estro di Raimonda Gaetani. Sul podio il maestro Roberto Tolomelli. Disegno luci di Alessandro Santini. Partecipano gli allievi della Scuola di Danza del Teatro diretta da Paola Jorio.

La storia d’amore della giovane Raymonda, del suo promesso Jean de Brienne e del saraceno (di cui si ricorda la versione del 1985 a Caracalla di Maja Plissetskaja) raduna per l’occasione un cast di prima grandezza. Oksana Kucheruk (étoile dell’Opéra National di Bordeaux), Laura Comi (étoile del Teatro) e l’attesissima Svetlana Lunkina (prima ballerina del Bolshoi) si alternano nel ruolo della protagonista. I panni del Principe toccano a Robert Tewsley e a Ivan Popov, quelli del saraceno alla nostra étoile Mario Marozzi e a Damiano Mongelli. La dama bianca è interpretata dalla prima ballerina dell’Opera romana Gaia Straccamore, da Alessandra Amato, da Kristine Saso e dalla giovanissima Dalila Sapori. Il ruolo del Buffone vede Riccardo Di Cosmo, Claudio Cocino e Alessandro Molin.

Otto le repliche: mercoledì 12 (20.30 turno B), giovedì 13 (20.30 turno C), venerdì 14 (17.00 fuori abbonamento), sabato 15 (18.00 turno D), domenica 16 (16.30 turno E), martedì 18 e mercoledì 19 (sempre alle 20.30 f.a.), giovedì 20 (17.00 f.a.).

Raymonda di Glazunov all’Operaultima modifica: 2008-03-10T21:00:00+01:00da liviabi
Reposta per primo quest’articolo