Racconti delle Grandezze al Furio Camillo

 4f33b7dc8efc6a764ac730912fdfa49b.jpg

 OFFICINA VALDOCA
 progetto Teatro Ragazzi
 Racconti delle Grandezze
 testi di Mariangela Gualtieri
 
10, 11, 12 e 13 Marzo 2008 ore 21.00
TEATRO FURIO CAMILLO Via Camilla, 44 – ROMA
 
regia e luci Valerio Gatto Bonanni
 
con Valerio Gatto Bonanni, Serena Brindisi, Sabina Laghi
costumi Ulrike Henseler
musiche originali Dario Giovannini e Serena Brindisi
fonica Luca Fusconi oggetti di scena Stefano Cortesi
prodotto da Teatro Valdoca – progetto Officina Valdoca in collaborazione con SemiVolanti
 

I Racconti delle Grandezze, scritti di Mariangela Gualtieri, potrebbero essere vvicinati al genere fiaba, anche se non nascono dal vissuto quotidiano ttorno ad una piazza, dal tramandarsi dei personaggi tra le generazioni, ma appartengono di diritto all¹aria e al cielo. I messaggi che portano, le figure che evocano sono impalpabili e tremende. Hanno la forza del vento, l¹incuranzae la violenza della pioggia, la cruda leggerezza della neve.

Il filo conduttore che li lega è il rapporto con il Limite, che viene affrontato o rimpiazzato senza tener conto della morale o di ciò che è definito come Bene e Male. La scena non potrà che essere il precipitato di tanta incorporeità. Le
 due figure si muovono in uno spazio sospeso, che può appartenere ad un altro mondo più misterioso, più denso che mette i brividi ma che diventa a volte grottesco o che invece si scioglie in un racconto tenero tra due sorelle albuio.

Ogni parola è serva dell¹elemento celeste che incarna, ogni forma è un passaggio, ogni Racconto è una costellazione diversa: La Ragazza Brutta, La Donna Cattiva, La Nonna e la Bambina, Anello di Ferro. Il lavoro teatrale si è concentrato sul rapporto fisico che si è creato, dopo un lungo periodo di prove, tra le attrici-musiciste che suonano dal vivo, la parola raccontata e il corpo in movimento.

Le parole di questi testi hanno una forma ambigua, a metà tra la fiaba e la poesia. I corpi che li abitano sono andati a cercare questa ambiguità nella loro parte più sacra, più animalesca, più innocente. La musica ha unito come un filo le loro scoperte e ha sciolto la paura del vuoto. In scena e tra il pubblico si è sotto lo stesso cielo, lo stesso cosmo, lo stesso destino.

 
Età dai 10 anni

Con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Emilia Romagna e Provincia di Forlì-Cesena
 
Per confermare:
Teatro Furio Camillo 06.7804476
info@teatrofuriocamillo.it

Racconti delle Grandezze al Furio Camilloultima modifica: 2008-03-04T16:20:00+01:00da liviabi
Reposta per primo quest’articolo